Mysterium Festival 2024, c’è Umberto Galimberti – Martedì 26 marzo alle 17.30 al Teatro Orfeo di Taranto

“Orme del Sacro”, martedì 26 marzo alle 17.30 al Teatro Orfeo di Taranto
Mysterium, c’è Umberto Galimberti
Noto per lo straordinario lavoro nel campo della filosofia, dell’esistenza e della fenomenologia, esplorerà le diverse manifestazioni del sacro. Noto per i suoi interventi in programmi televisivi e radiofonici, e un linguaggio accessibile al grande pubblico.

Altro evento fra i più attesi del “Mysterium Festival 2024”: “Orme del Sacro”. Protagonista dell’incontro, in programma martedì 26 marzo alle 17.30 al Teatro Orfeo di Taranto, il prof. Umberto Galimberti, noto per lo straordinario lavoro nel campo della filosofia, dell’esistenza e della fenomenologia.

Galimberti, ha insegnato Filosofia della Storia e Antropologia Culturale nell’Università Ca’ Foscari di Venezia. Autore di numerosi libri che spaziano su argomenti che vanno dalla filosofia alla psicologia, all’antropologia culturale e alla sociologia, vanta tra le sue opere più celebri “I miti del nostro tempo”, “La mappa del destino” e “Il corpo”.

Galimberti è anche noto per i suoi interventi in programmi televisivi e radiofonici, in cui discute di temi filosofici e sociali con linguaggio accessibile al grande pubblico.

La sua capacità di comunicare concetti filosofici complessi in modo chiaro e comprensibile lo ha reso una figura popolare e influente nel panorama culturale italiano. In questo reading affronta il tema del sacro e della religione in un’epoca secolarizzata come la nostra, mettendo in discussione le tradizioni religiose e riflettendo sul significato del sacro nell’esperienza umana contemporanea.

Attraverso un’analisi interdisciplinare che coinvolgerà la filosofia, la psicologia, l’antropologia e la sociologia, Galimberti esplorerà le diverse manifestazioni del sacro e la sua importanza nel contesto della modernità.